La salvaguardia ambientale passa attraverso tante piccole grandi scelte

CENTROOFFSET è molto sensibile al tema della sostenibilità ambientale. Il nostro scopo primario è quello di immettere nella catena di produzione degli importanti accorgimenti atti ad abbassare in maniera sensibile l’impatto ecologico e a tenere in considerazione la salvaguardia ambientale.

L’insieme di questi accorgimenti che vanno dalla scelta della carta, a quella degli inchiostri e dei solventi o dei materiali usati per esempio negli imballaggi, viene appunto chiamata stampa ecologica.

A tale scopo ci siamo attrezzati per fornire ai nostri clienti la possibilità di stampare, sia in stampa a foglio che in rotativa, a bassissimo impatto ambientale.
Con l’ausilio di carte riciclate o prodotte dalle fibre naturali e di inchiostri derivati dalle resine naturali, è infatti possibile stampare rispettando l’ambiente.

  • Carta: E’ un materiale riciclabile e può essere trattata e riutilizzata come materia seconda per la produzione di nuova carta. La cellulosa contenuta nella carta ritorna ad essere una materia prima, pronta a rientrare nel ciclo di produzione.
  • Gli inchiostri vegetali godono di una popolarità crescente grazie ad una caratteristica importante: non liberano composti organici volatili nella fase di asciugatura.
    Hanno avuto una forte crescita nella stampa a foglio e il loro impiego non è più limitato alle rotative senza forno e continue. In sostanza, non si applicano più soltanto ai supporti non patinati e quindi molto assorbenti, ma offrono ottimi risultati anche sul patinato.

Essi fanno parte dei prodotti compatibili con la tutela ambientale. Questi nuovi inchiostri sono composti di oli vegetali ricavati da fonti rinnovabili e utilizzano materie prime pure, in grado di assicurare una eccellente stampabilità.

Il CENTROOFFSET predilige gli inchiostri su base di oli vegetali, rendendo gli scarti facilmente rinnovabili.

  • Vernici a base acqua o acriliche: L’utilizzo di vernici da sovrastampa a base acqua, in linea con la stampa, offre ottimi risultati qualitativi a costi contenuti, caratteristiche che hanno favorito la loro crescente diffusione e la salvaguardia ambientale. Queste vernici sono composte per circa il 60% da acqua e per il restante 40% da resine acriliche e additivi. I vantaggi principali sono l’elevato grado di lucido, l’ottima resistenza all’abrasione, l’elevata trasparenza, l’assenza di odore.
  • Cartene, Biocartene, Mater-Bi: Il cartene è un tipo di plastica, si tratta di poliotene che deriva dall’amido di patate, con discreta degradabilità, mentre il Biocartene è conforme alle norme EN13432 e quindi completamente biodegradabile.
    Mater-Bi è un prodotto dalle caratteristiche equivalenti alle plastiche tradizionali ma è la materia prima per la costruzione di prodotti bioplastici totalmente biodegradabili e compostabili in quanto il suo costituente fondamentale deriva dall’amido di mais.
  • Pallet ecosostenibili: Il pallet eco-sostenibile può essere realizzato in più modi. Un sistema consiste nell’utilizzare legname certificato FSC o PEFC, prodotto con energia proveniente da fonti rinnovabili e con componenti in materiale riciclato con lo scopo di preservare il patrimonio boschivo, ridurre preventivamente il quantitativo di rifiuti e contribuire alla diminuzione di emissioni di CO2, ottimi per la salvaguardia ambientale.
    Un altro sistema usato, ad esempio da INKA, è utilizzare legno residuo assortito e truciolato proveniente da segherie ed industrie. Questo composto è alla base del legno pressato con il quale si forma il pallet ed è completamente riciclabile.